sabato 20 agosto 2022

sghemba (ripropongo)

ripropongo una poesia vecchia riaggiustata e reinterpretata  

 


 

 

SGHEMBA


i jeans vecchi

e i maglioni sformati,

le scarpe rotte

e le ciabatte spaiate,

la pasta scotta

e i sogno sfocati,

i risotti scipiti

e i pensieri perduti,

le poesie brutte

e le canzoni stonate,

non so perché

non so

non so se per destino

o per divina provvidenza

non so se per fortuna

o solo per conformazione

ma a me

a me calzano meglio

le cose sbagliate

non so perché

eh!

non so

non so perché

non lo so mica

non so...



SGHEMBA

jeans velhos
e camisolas largas
sapatos quebrados
e chinelos incompatíveis
o macarrão está cozido demais
e sonhos borrados
risotos sem açúcar
e pensamentos perdidos
os poemas ruins
e as músicas desafinadas
Eu não sei por que
Não sei
Eu não sei se é por destino
ou por providência divina
não sei se felizmente
ou apenas por conformação
mas para mim
eles se encaixam melhor em mim
as coisas erradas
Eu não sei por que
Eh!
Não sei
Eu não sei por que
Não sei
Não sei...

55 commenti:

  1. Di cose "giuste" a questo mondo ce n'è fin troppe! Viva tutti gli sbagliati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io sono per le cose e le persone un po' stortine, quel tocco di umanità che differenzia dalle macchine
      😉

      Elimina
  2. tu fai finta di non saperlo :)
    ciao, simpaticone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io???
      ...nooooo, non credo proprio
      😀

      Elimina
    2. Cavoli! Sono venuto anonimo nel mio stesso blog.... Potenza di blogspot!

      Elimina
    3. semplicemente calzante :)
      lieto giorno

      Elimina
  3. Non sono cose sbagliate ma vissute. Amo i maglioni sformati, le scarpe vecchie ma comode e tutte le cose che non sanno di nuovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimissima precisazione, saggia amica. E le cose vissute hanno un valore aggiunto.
      Buona settimana. Bertow (ancora anonimo sul mio blog 😬)

      Elimina
  4. Não sabemos nada de nada. E só aceitamos a imperfeição das coisas. Faz parte da nossa natureza...
    Desejo que esteja bem, meu Amigo Alberto.
    Uma boa semana com muita saúde.
    Um beijo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gostaríamos de perfeição, mas nosso destino é a imperfeição que somos humanos. felizmente somos humanos. boa semana amuca Poetessa, com muita saúde

      Elimina
  5. Nemmeno io so perchè e penso sia un segreto, ed essendo un segreto, io non lo so. Cit. A.Celestini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandissimo Ascanio. L'ho visto giusto 10 giorni fa a Padova. Bellissimo spettacolo, si ride e si piange senza soluzione di continuità.
      Consiglissimo

      Elimina
    2. Anch'io adoro Ascanio, ne ho letti diversi libri ma non sono mai riuscito a vederlo live.

      Elimina
    3. Vai a vederlo appena ti capita a tiro, ti piacerà senz'altro

      Elimina
  6. Quasi vergognandomi, scrivo che a me piace anche il nuovo. E' così... profumato, intatto, adattabile, immacolato, integro, insomma... nuovo. ;)
    In quell'anche della prima frase c'è però tanto fascino, quel che il nuovo dovrà conquistare (((con il mio contributo, spero)))
    Ciao Alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no che non ti devi quasi vergognandoti! C'è un personalissimo giusto e sballiato per ognuni di noi e quasi mai è lo stesso. Anche questo è il senso della "poesia". E sono sicuro che anche il nuovo lo usi bene senza esserne schiava
      😉

      Elimina
  7. Perché alla fine lo "sbagliato" è sempre quello che GLI ALTRI non vorrebbero noi indossassimo; se a noi sta bene addosso come può essere sbagliato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non può, non può, non può, Senzadubbiamente non può.
      Se ci calza così giusto questo sbagliato evidentemente è un giusto sbagliato o un sbagliato giusto (a seconda che vieni di qua o che vieni di qua, penso)
      E poi comunqui è nostro quindi per cui...
      😀

      Elimina
  8. Chissà perchè ma anche a me calzano meglio le le cose sbagliate, stonate, questo da sempre, chissà poi perchè....è sempre un piacere leggere le tue poesie Caro Alberto, mi hai preceduto, è un po che sono assente sulla mia pagina, ma un pò alla volta sto passando a salutare tutti, grazie per il tuo saluto, un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so perché, ma me lo sentivo che anche a te calzava meglio, Anima.
      Lieto di essere stato veloce, allora, una volta tanto
      Un abbraccione

      Elimina
  9. Anch'io non so perchè, e da tempo immemorabile me lo chiedo, ma calzano meglio le cose sbagliate. Vabbè ne prendo atto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ad occhio direi che come taglia più che una L o XL porti anche tu una Xstorta/Xdistorta
      Ad occhio

      Elimina
  10. Cos'è giusto? Cos'è sbagliato?
    Partiamo da qui. Etica e morale, sono sempre quelli i cardini di tutto, ma ormai pochi se ne rendono conto.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo partiamo da etica e morale: faccio male a qualcuno? Porto via qualcosa a qualcuno? Se si, non lo faccio; se no, faccio come sento. Semplice, semplice
      Un abbraccione

      Elimina
  11. Una cosa storta o stonata è bella quando tutto quello che la circonda è dritta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'originalità è sempre un buon punto di partenza, direi, visto che ti togli dall'appiattimento comune

      Elimina
  12. Che tu vada " controcorrente" è un fatto acquisito ed è' la tua cifra, quella che ti caratterizza...Per questo ( anche ) raccogli tanti consensi... Tu in fondo fai e dici quello che molti vorrebbero fare senza averne capacità o coraggio...e in te si ritrovano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, forse è un tantino troppo, ma ti ringrazio. Faccio il serio facendo lo sciocco e a volte il contrario. Non credo che in molti vorrebbero farlo, ma forse qualcuno percepisce il peso della leggerezza.
      Lo spererei

      Elimina
  13. Io fotografo spesso sghembo, indosso robe che mia moglie inorridisce, attacco quadri dove altri mai penserebbero, adoro isole che atterrirebbero qualsiasi animo delicato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti di FrachiBattaglie ce n'è gran pochi, purtroppo.
      SantaMoglie quando trova un capo di vestiario mio che ho buttato, quasi si commuove.
      ...no so il perché
      😂

      Elimina
  14. non so perchè. mi sa di nostalgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? Da parte mia vuole solo essere un'ironica accettazione di quel che si è. Che c'ho pure messo parecchio per esserlo. Senza nostalgia o malinconia, ma certo ad altre orecchie può dire cose diverse.

      Elimina
  15. Giusto o sbagliato, c'è sempre qualcuno pronto a cucirti addosso un "vestito" che mal si adatta a te. Ma poi cosa è giusto e cosa è sbagliato? Se vogliamo fare un discorso più approfondito allora dobbiamo parlare di etica e morale, ma se quello che faccio, se quello che indosso, se quello che penso non fa del male a nessuno allora voglio continuare a indossare un maglione sformato, a mangiare un risotto scipito, a camminare con ciabatte bucate e a pensare con la mia testa e nessuno deve permettersi di dirmi che non va bene o non lo devo fare.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava. È proprio l'unichissima etica che mi interessa: fai male a qualcuno? No? E allora sii allegramente quello che sei.
      il resto sono cose per parrucconi

      Elimina
  16. Non so perché mi hai fatto venire in mente questoi versi di una bellissima canzone di Guccini:
    "Le sigarette con rabbia fumate,
    i blue jeans vecchi e le poche lire,
    sembrava che non dovesse finire,
    ma ad ogni autunno finiva l'estate"
    (F.G.)
    Una canzone di vera amicizia! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capperi! Sai che canzone per piero è una delle mie canzoni preferite? Ce l'ho proprio sottopelle.
      Ma allora forse è vero che la mia "poesia" è malinconica
      😐

      Elimina
    2. mi ha fatto molto piacere questa tua risposta 💙

      Elimina
  17. Risposte
    1. bedankt Caroline, ik ben zeer tevreden.
      een grote hallo voor jou

      Elimina
  18. Cavolicchio salato, più chiaro di cosi.
    Abbraccio mia eguale anima imperfetta. 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccione a te, che gli imperfetti prima o poi si trovano imperfettamente, magari, ma si trovano
      😉

      Elimina
  19. Spesso siamo a nostro agio più con le cose rotte che con quelle nuove e forse è giusto così, ridiamo vita a dignità a cose ormai date per finite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordissimo, sono per il recupero, per il riutilizzo, per il riaggiustaggio di cose, posti o persone. Con tutte le imperfezioni che ne possono venire e che ne aumentano il valore in quanto unicità

      Elimina
  20. io ho la casa piena di robe vecchie perchè oltre il ricordo non trovi abbiano un loro profumo...le vecchie cartoline, le vecchie foto, le vecchie tazze, le vecchie lenzuola, il vecchio scialle di nonna, i maglioni di mio suocero...sarò scema li metto nella busta che non perdano il profumo...o forse e solo soggezione mia mah? Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non butto via niente nemmeno io, che penso: può sempre tornare utile; un giorno l'aggiusto; non è ancora da buttare... o cose così.
      Mi ci vorrebbe un garage almeno tre volte il doppio

      Elimina
  21. girando ho visto che ci sono dei video con delle tue poesie che non riesco ad aprire e mi piacerebbe conoscere: come son vecchio, non so se puoi ripubblicarla Grazie

    RispondiElimina

Ma si, dai,coraggio: lascia pure un tuo commento, una tua idea, un tuo pensiero, sarà mica piu sciocco del mio, no?