lunedì 31 gennaio 2022

terzo millennio e venti e rotti più un'altra poesia

                                                                                                                                                                                                                                 

                                                                                                                                                                        
   con la consueta TRADUZIONE IN PORTOGHESE MACCHERONICO:                                                                                                                                                                                                           Um poema de 20 anos atrás, um poema de 20 anos atrás, mas ainda atual. Um poema que se chamava terceiro milénio, mas agora atualizado chama-se terceiro milénio... e vinte... e quebrado... um poema que fala do futuro, porque o futuro quando chega; mesmo que vivas no presente, mesmo que vivas bem ancorado no passado, o futuro quando vier. Que o futuro não é como o leiteiro que nos diz: "hoje nada, obrigado, que ainda tenho o futuro de ontem que ainda não terminei tudo". Não há futuro quando chegar. E nem é que o que tens aí, acabas com ele e depois passas para outra coisa. Não. Que mesmo quando terminas o futuro, então há outro futuro que vem... quando chegar.
E o futuro corre na sua direção radiante e brilhante, que nunca se sabe para que lado evitar. Que quando era jovem, jovem e confiante corri atrás do futuro, que corria rápido. Que correu tão rápido que no final fez a volta toda e, no final, foi o futuro que correu atrás de mim. e fugi Fugi depressa... Não, vamos! Porque quando esperavas o futuro, sonhaste com ele, gostaste. teletransporte,... viajar no hiperespaço... as máquinas voadoras... E depois veio....... a scooter elétrica...... e Alexa...  também Alexa: "Alexa, acende a luz": "Alexa, põe um pouco demúsica";  "Alexa, puxa as persianas"....     "ok Alexa, deixe-o em paz, eu mesmo vou fazê-lo"
 

 

33 commenti:

  1. In questi anni il futuro è arrivato, e ha fatto male... un futuro pessimo, che manco il cinema in 3 d. Le abbiamo preso nei denti. Non sono più fiducioso ...disorientamento direi la parola giusta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, lo so, ma sai come dicevano in quel film?
      Domani è un altro giorno
      È lunedì!
      😬
      Però, come diceva zio Plinio, anche i lunedì finiscono

      Elimina
  2. … “ tanto il futuro arriverà domani!”…
    … e invece bussa già alla porta, e sono ancora in pigiama.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che mi dici. Io ho fatto appena in tempo a pettinarmi...
      ...più o meno, diciamo

      Elimina
  3. Il futuro è stato messo sul mercato e ogni giorno a qualcuno rende parecchio.
    Il futuro quando arriva arriva mi piace, è una certezza (una delle poche rimaste) e lo tengo stretto.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno ha investito sul futuro e cerca di rivendercelo a caro prezzo.
      Ma prima o poi ce lo prenderemo indietro.
      😉
      Ciao, Sari

      Elimina
  4. Non c'è più il futuro di una volta!
    Ciao....

    RispondiElimina
  5. Da ragazzini si aspettava con ansia il futuro, cercavamo di immaginarlo attraverso i nostri sogni, ora che è arrivato, non so, lo immaginavo diverso, abbiamo perso molto.
    Un abbraccio Alberto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero! Ma non disperiamo di riprenderci il futuro in futuro.
      Un abbraccione a te, Anima

      Elimina
  6. Il futuro è arrivato e ha la faccia dura
    il futuro è arrivato anche se in tanti non se ne sono accorti: dissonanza, disorientamento...
    il futuro è arrivato da dietro ma preferivo quello anteriore e dopotutto,
    domani non è un altro giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passerà anche questo futuro, basta aspettare e passerà. Passerà con un po' i piedi per terra e un po' la testa per aria. Passerà. O meglio con tanto i piedi per terra e tanto la testa per aria. Passerà

      Elimina
    2. Vorrei avere la tua certezza.
      Freak Antoni diceva che quando si tocca il fondo si può iniziare a scavare

      Elimina
    3. Azzeccatissima la citazione del Freak, lui che con assoluta leggerezza è arrivato a profondità indicibili. Follia e lucidità, amica, follia e lucidità senza farci del male da soli che già ci pensa la vita

      Elimina
  7. Il futuro è un eterno presente...che ci piaccia o no lo dobbiamo affrontare lo stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordissimo: il futuro è un presente solo un po' più in là.
      Che ci piaccia o no,
      Ma meglio se ci cerchiamo qualcosina che ci piace
      😉

      Elimina
  8. In questo momento vedo tanti fare scelte eclatanti per il futuro, questi due anni hanno portato tanti cambiamenti anche nei sogni, adesso mettiamoli in pratica e viva il futuro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe proprio ora, amico mio, ma temo che "faremo" sia futuro lontano

      Elimina
  9. È incredibile, in effetti, pensare al futuro con gli occhi di quando ero ragazzina. Cercavo in tutti i modi di immaginare come sarebbe stato: come sarebbe stata l'università, come sarei stata io da adulta. In particolare molto spesso mi sono trovata ad immaginare come sarebbe stato il mio viso nel futuro, da grande.
    Ci potrei decisamente scrivere un post: con il tuo futuro hai aperto una porta al passato ^.^ Grazie mille :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo vero??? Che aprire porte sul passato con un post sul futuro mica è da tutti
      😂😂😂
      Aspetto il tuo post allora

      Elimina
  10. pues a abrir las persianas se ha dicho

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Supongo que es mejor si lo hacemos nosotros mismos. alexa no es necesario, no.
      buena semana Nosoy

      Elimina
  11. O futuro é hoje e temos saudades dele. Quando somos jovens parece que só queremos que o tempo passe depressa. Afinal ele, o tempo, agora estreita-se e corre tão depressa que o espelho já não nos devolve a imagem do que fomos.
    Cuide-se bem meu Amigo.
    Uma boa semana.
    Um beijo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. você está certo, meu amigo, o tempo nunca tem a mesma velocidade.
      ou passa muito devagar ou muito rápido. nunca vai na velocidade certa.
      cuidado, amigo poeta. um grande beijo e uma boa semana para você

      Elimina
  12. Ti esprimo il mio pensiero.
    La vita è un come sottomarino. Tengo la porta stagna del passato ben chiusa perché rischio di soffrire. In mezzo c'è il presente che cerco di vivere intensamente nelle piccole cose. La porta stagna del futuro la lascio chiusa
    perché non ho la certezza che ci sarà.
    <serena giornata.
    Angela








    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco, capisco. Hai voja se capisco. Ma se posso consigliare: lascia un pochino, pochino uno spiraglio aperto. Anche solo per far circolare e cambiare l'aria. Uno spifferino anche piccolo, piccolo

      Elimina
  13. Molto spassoso tutto il discorso ( simil- demenziale !!!!) sul futuro che ti corre dietro e te lo ritrovi alle spalle...
    Ma sai che questa cosa è capitata anche a me? Solo che non ci avevo riflettuto sopra...( sopra o sotto? Mah..)
    Anche la mimica è esilarante ! Bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, grazissime davvero, Frida.
      Mi sa che sta cosa del futuro che ci sfugge da fuggitore e ci insegue da inseguitore è una cosa che capita spesso.
      Magari da rifletterci in parte.
      E in parte no,
      😉

      Elimina
  14. Quando abbiamo tanto tempo avanti si fanno castelli in aria, lavori incredibili, viaggi da paura. Non immagini incidenti, malattie, lavori di merda, divorzi, tradimenti, amicizie spezzate. Quando poi il tempo diminuisce (perché diminuisce, come il limoncello in bottiglia), inizi a centellinarlo, frazioni, razionalizzi, spezzetti, programmi.
    Ma anche quel poco futuro ti spernacchia e fa come pare a lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il futuro è un gran testone che fa quello che vuole, non c'è che dire, ma piuttosto testoni mi sa che lo siamo anche noi.
      Mi sa

      Elimina
  15. Disorientati più che mai anche tutti noi...
    Che poi il monopattino non lo sognavo di certo... 😁
    Vuoi vedere che il futuro è un correre verso il passato? Oooopppsss... mi sembra di ricordare un film a tema... Ma la macchina era proprio come la si sognava. 😉
    Abbraccio Alberto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra il gioco delle tre carte: passato, presente, futuro
      Menghino signori, venghino e faccino il loro gioco

      Elimina

Ma si, dai,coraggio: lascia pure un tuo commento, una tua idea, un tuo pensiero, sarà mica piu sciocco del mio, no?